Si avvicinano le feste natalizie e oltre alla febbre

Si avvicinano le feste natalizie e oltre alla febbre del regalo da far trovare sotto l’albero ai propri cari durante la notte della vigilia, c’è un’altra tradizione da rispettare: la scelta dello spumante da abbinare al panettone. Sono proprio questi i simboli della tradizione enogastronomica delle feste invernali. Con spumante e panettone non si festeggia solo il Natale, ma si brinda anche all’arrivo dell’anno nuovo.La scelta potrebbe sembrare facile ma in realtà non tutti gli spumanti esaltano l’impasto dolce del panettone. Perché si tratta proprio di questo, i due prodotti devono sposare i rispettivi sapori e le proprie caratteristiche organolettiche, per esaltare l’uno i pregi e il gusto dell’altro. In un connubio ideale.Dunque quali sono le caratteristiche organolettiche che deve avere uno spumante per accompagnarsi perfettamente al dolce milanese con canditi e uvetta? E perché lo Spumante Pignoletto è il vino ideale per l’assaggio del panettone natalizio? In questo articolo spiegheremo:- perché lo Spumante Pignoletto è perfetto per accompagnare l’assaggio del panettone;- quali sono le caratteristiche organolettiche che fanno dello Scrigno Villa Poggiolo Spumante Pignoletto un grande extra-brut.Scrigno Villa Poggiolo Spumante Pignoletto, l’extra-dry della grande tradizione italianaForse non tutti sanno che le diciture che si trovano sulle etichette degli spumanti indicano il livello di zucchero che il vino raggiunge durante la fermentazione. Il brut per esempio è uno spumante secco, il cui residuo zuccherino è poco riconoscibile. Nello spumante dry invece il residuo zuccherino si percepisce maggiormente, infatti si tratta di un vino abboccato. Il demi-sec è un vino amabile nel quale il residuo si percepisce molto bene. Lo spumante dolce invece consente una netta percezione dello zucchero. E poi c’è l’ extra dry, un vino che sta fra il dry e il brut. È l’extra-dry il vino ideale per il panettone? Gli esperti non sono unanimi nel verdetto ma la tradizione e la scelta degli italiani invece premia l’extra-dry senza alcuna esitazione.L’extra dry, detto anche extra sec, ha un residuo zuccherino che si attesta tra i 12 e i 17 grammi per litro. Si tratta dunque di uno spumante dal gusto più morbido di quello del brut, ma non troppo dolce. Lo Spumante Pignoletto, prodotto da uve omonime nell’azienda Villa Poggiolo di Colline di Castel San Pietro Terme, vicino Bologna, è uno spumante extra dry DOP.Il suo Perlage è fine mentre il gusto, particolarmente morbido, fresco e fruttato, lo rende perfetto se abbinato con il panettone. Lo Scrigno Pignoletto si sposa con il dolce tipico delle feste natalizie perché custodisce un’incredibile armonia tra acidità e residuo zuccherino, in equilibrio perfetto con il gusto amarognolo tipico di questo pregiato tipo di uve.Il Pignoletto, accompagnato ad una fetta di panettone artigianale esalterà il gusto e le qualità di assaggio di questo abbinamento classico, perfetto per brindare all’anno nuovo.Le qualità dello Spumante Pignoletto, ideale con il panettoneLo Scrigno Villa Poggiolo Spumante Pignoletto, questo spumante secco, è il risultato di una vinificazione che prevede un processo di fermentazione alcolica coincidente con la fase della maturazione, ossia con la seconda fermentazione.Il mosto fiore ricavato dalla pressatura soffice, infatti, avviene a temperatura di 15/16° C, in modo che si conservino tutti i profumi delle uve. La presa di spuma avviene direttamente all’interno delle autoclavi, come prevede il metodo Charmat. L’utilizzo di lieviti selezionati permette la fermentazione anche in presenza di pressione, che nel caso specifico raggiunge anche i 5,5 bar.Quando gli zuccheri si attestano ad un livello ottimale per la pressione necessaria alla fermentazione, l’autoclave viene chiusa e si avvia il processo di spumantizzazione. È proprio in questa fase che si creano le caratteristiche aromatiche dei grandi spumanti.Saranno necessari al vino non meno di due mesi di affinamento sulle sue fecce nobili, prima di poter procedere alla stabilizzazione a freddo e all’imbottigliamento.Nel grande dibattito in corso sulla scelta del vino migliore da abbinare al panettone, il grande equilibrio tra il sentore amarognolo delle uve Pignoletto e il residuo zuccherino, fa dello Spumante Pignoletto il vino ideale per le feste natalizie. 

x

Hi!
I'm Joan!

Would you like to get a custom essay? How about receiving a customized one?

Check it out